è un gioco da ragazzi!

E’ UN GIOCO DA RAGAZZI: chi è e cosa propone

Un raggruppamento eterogeneo di associazioni, studiosi e professionisti, che ha come obiettivo l’attenzione al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, vuole supportare l’Amministrazione Locale nel percorso di ricerca dei valori civici fondanti una società con al centro l’infanzia e l’adolescenza anche mediante lo sviluppo di forme partecipative per la gestione urbana, inoltre creare un Osservatorio in grado di monitorare, accompagnare, agevolare, il percorso di crescita e di facilitazione di ogni possibile dinamica legata al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza.

Tra i vari iscritti sono presenti al proprio interno, nonché redattori del presente progetto:

  • la Dott.ssa Arch. Ester Altomare architetto, progettista del Parco Mennea a Barletta;
  • la Dott.ssa Marilena Laluce neuropsicomotricista dell’età evolutiva, psicomotricista relazionale, cousellor a indirizzo analitico transazionale;
  • la Dott.ssa Nives Patrizia Catalano esperta nell’educazione, lettrice professionista, esteta del linguaggio, progettista in ambito educativo. Socia A.I.B., lettrice “Nati per leggere”, accreditata in “Europrogettazione in Biblioteca”.
  • il Dott. Arch. Silvano Rizzi architetto esperto di gestione urbana;
  • la Dott.ssa Rossella Lisanti, Psicologa Clinica dello Sviluppo e delle Relazioni-psicoterapeuta a indirizzo gestaltico.
  1. L’IDEA PROGETTUALE:

Per festeggiare il XXV anniversario della ratifica italiana della Convenzione sui diritti dell’infanzia, “E’ un gioco da ragazzi” organizza a Barletta alcune iniziative dedicate all’infanzia e all’adolescenza, con l’obiettivo di condividere delle proposte operative che coinvolgano il maggior numero possibile di soggetti pubblici e privati, a favore di bambini ed adolescenti.

La prima iniziativa è un convegno incentrato sull’universo dell’infanzia e dell’adolescenza, le sue peculiarità ed il complesso rapporto spazio-tempo-azioni che investe la quotidianità;

L’ Obbiettivo generale del convegno è valutare le possibilità di ratifica del “Protocollo d’Intesa ANCI”, cui le amministrazioni comunali possono aderire per dare maggior valore ad “Un Mondo a misura di Bambino”. Un Protocollo che deve far si che più professionalità insieme ad enti e Amministrazioni collaborino per produrre azioni e processi educativi che vedano tali soggetti protagonisti della loro crescita e del cambiamento culturale che li riguarda.

L’Obiettivo specifico riguarda l’ascolto dei minorenni che rappresenta uno dei quattro principi ispiratori della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, sarà il primo tema di approccio pedagogico con il quale si intende avviare tale collaborazione ed in modo particolare si vorrà:

– avviare un Osservatorio sui diritti dell’infanzia e dell’ Adolescenza per costruire degli strumenti operativi per analizzare come e se i bambini e gli adolescenti vengono ascoltati nei diversi contesti in cui vivono: contesti urbani, educativi, tempo libero, giustizia minorile, i mass media, speciali;

– costituire un consiglio comunale formato da bambini e ragazzi;

– individuare ipotesi di miglioramento nei processi di attuazione;

– elaborare un documento di sintesi.

Questo progetto potrà essere seguito da coordinatori che avranno come obiettivo l’individuazione di indicatori comuni per promuovere l’ascolto e la partecipazione dei bambini e degli adolescenti nei diversi contesti di vita.

Al convegno, che si terrà il 27 maggio 2016 presso gli spazi del G.O.S., interverranno filosofi, sociologi, esperti psicopedagogisti e urbanisti. E’ prevista, con il coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie, la partecipazione attiva di un’ampia platea di bambini, adolescenti e adulti. Perché solo da un confronto allargato tra studiosi e famiglie, bambini, ragazzi e adolescenti è possibile avviare un percorso virtuoso finalizzato alla costruzione di una Città Amica dei Bambini dei Ragazzi e degli Adolescenti.

La seconda iniziativa intende promuovere un altro principio fondamentale:

il diritto al Gioco, ispirato all’Art. 31 della Convenzione sui diritti dell’infanzia.

L’Associazione “E’ un gioco da ragazzi” vuole distribuire diverse attività PER BAMBINI ispirate ai diritti naturali dei bambini così come teorizzati dal pedagogista Gianfranco Zavalloni:

  1. Il Diritto all’Ozio
  2. Il Diritto di Sporcarsi
  3. Il Diritto agli Odori
  4. Il Diritto alla Strada
  5. Il Diritto all’uso delle mani
  6. Il Diritto alle Sfumature
  7. Il Diritto al Dialogo

Attività associate al gioco: dai giochi dimenticati e inventati, allo sport e alle rappresentazioni teatrali, alle letture, danze, canti, etc. in spazi pubblici.

L’Obbiettivo generale è quello di coinvolgere tutta la città alla partecipazione e alla conoscenza dei principi fondamentali sull’infanzia e sull’adolescenza.

Sviluppare Il concetto di “Città amica” delle bambine e dei bambini che deve essere applicabile al governo di tutte le comunità – grandi o piccole, urbane o rurali – nelle quali sono presenti i bambini.

L’Obbiettivo specifico è quello di offrire la possibilità ai più giovani di usare gli spazi pubblici, già pensati e realizzati che non risultino dimenticati e trascurati e perciò “brutti”.

Rimettendo in discussione il nostro modello civico, evitando di agire per consuetudine, possiamo raccogliere la ricchezza educativa che l’infanzia e l’adolescenza ci offrono, solo ponendo al centro della riflessione il bambino, il ragazzo e l’adolescente.

Quindi dare un’anima a questi luoghi, coinvolgendo attivamente i bambini e i ragazzi, promuovendo in loro l’idea che si tratta di un bene che appartiene a tutti, che va vissuto come proprio nel rispetto di ciò che di un altro, aggiunge tanto valore al loro piccolo privato.

Questa attività si svolgerà il 5 giugno 2016 presso il parco Mennea, luogo rappresentativo per le istanze del diritto al gioco di ogni fascia di età infantile e giovanile. Si coinvolgerà la cittadinanza alla declinazione del DIRITTO alla STRADA; imparando a riconoscere le essenze arboree e ad averne cura sarà enunciato il DIRITTO agli ODORI. L’avvio di spettacoli di danza e di canto sarà rappresentato il DIRITTO alle SFUMATURE.

Sperimentare nuovi modi di relazionarci con ciò che offre la nostra Città ponendo al centro della nostra attenzione i bisogni evolutivi dei più piccoli è la cosa più grande che siamo chiamati a fare…e farlo “E’ UN GIOCO DA RAGAZZI!”.

CONVENZIONE SUI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

27 maggio 1991 – 27 maggio 2016

XXV ANNIVERSARIO

GIOCARE per lavorare e riflettere insieme ai Bambini e agli Adolescenti sui loro diritti

conferenza/manifestazione – sede G.O.S. – 27 maggio 2016

Ore 9,00-9.30 – Introduzione

Rappresentazione teatrale voce e chitarra

Room to play con de pinto Carmela e Francesco Sguera

Ore 9.30 – 10.30 – Avvio lavori

Saluti istituzionali del Comune di Barletta

Introduce e Coordina

Dott.ssa Marilena La Luce

La Convenzione

Riccardo Zagaria, Presidente Unicef Barletta, Andria, Trani

Michele Corriero, Presidente Unicef Bari.

Ore 10.30-11.00

Elaborato dei bambini Scuola Fraggianni – Coro “a cappella”

Ore 11.00-13.00

Dott. Domenico Meleleo, Esperto in Pediatria applicata e Nutrizionista Sportivo – Associazione dei Medici Padiatrici Italiani;

Dott.ssa Lina Appiano, Responsabile Ufficio relazioni con il pubblico A.S.L. Foggia, Dirigente Associazione Donne in Rete;

Ing. Maurizio Difronzo esperto in materia di Trasporti, Mobility Management e Sicurezza Stradale – ElaborAzioni. Org

Dott.ssa Rossella Lisanti, Psicologa Clinica dello Sviluppo e delle Relazioni-psicoterapeuta a indirizzo gestaltico

Coinvolgimento attivo delle scuole delle scuole primarie e secondarie per la declinazione libera dei diritti del fanciullo con elaborati scritti, grafici

5 giugno 2016 – PARCO P.P.MENNEA

IL DIRITTO AL GIOCO

Attività PER BAMBINI ispirate ai diritti naturali dei bambini

Attività associate al gioco: dai giochi dimenticati e inventati, allo sport e alle rappresentazioni teatrali, alle letture, danze, canti, etc. La manifestazione intende simbolicamente lasciare segni tangibili in città piantumando essenze arboree nel luogo scelto per la manifestazione.

Le attività prevedono il coinvolgimento volontario di diverse associazioni già operanti sul territorio locale. Tutte le attività saranno realizzate gratuitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *